Protagonista dell’estate e dell’immaginario tropicale, quello che chiamiamo generalmente “Cocco”!! Con la sua gustosa polpa bianca coperta di un sottile strato marrone scuro, è in realtà solamente il seme del frutto della Cocus Nucifera, ed è più propriamente conosciuto come noce di cocco.

 

Il Cocco proviene dalle zone tropicali dell’Arcipelago Indonesiano. Questo frutto cresce a grappoli nei punti più alti dell’albero di cocco che raggiunge in media i 25 metri e che può vivere circa 75 anni. 

La noce di cocco è il frutto della palma di cocco, appartenente famiglia delle Arecaceae. È denominato anche albero della vita, dal momento che tutte le sue parti possono essere sfruttate: oltre alla polpa anche l’acqua, il latte, l’olio, il guscio e le foglie.
Gli indigeni usavano il guscio delle noci di cocco come ciotole per bere e mangiare. Talvolta le utilizzavano per intagliarvi delle maschere e questo ha procurato alla noce il nome “coco”. Infatti in spagnolo “coco” vuol dire “brutta faccia”. 

 

 

Il Cocco è un frutto prezioso usato anche nella cosmesi: l’acido laurico, che ne costituisce più della metà della composizione, ha una struttura chimica simile alle proteine dei capelli e della pelle, il che lo rende un prodotto dalla grande efficacia idratante e lenitiva.
L’uso regolare di creme e maschere viso renderà la pelle morbida, setosa e molto più liscia. Ottimo contro la secchezza e la perdita di elasticità cutanea.